Rinnovamento: la nostra pelle si rinnova costantemente!

Progressione di un fiore aperto verso un fiore appassito

Cambio di strati: ecco perché la pelle si rinnova

Se vi siete mai imbattuti nella parola "esfoliazione", saprete che si riferisce allo sfaldamento o al rinnovamento. Il termine si basa sulla parola latina che indica l'esfoliazione: "exfoliare". Cosa c'entra tutto questo con la nostra pelle, come fa la pelle a rinnovarsi?

Anche la nostra pelle si stacca, ma solo lo strato superiore (lo strato corneo), nell'epidermide. Le scaglie di pelle morta di questo strato corneo vengono eliminate perché sono la fine di un processo di divisione. Questa continua divisione cellulare nell'epidermide, la cosiddetta epidermide, avviene dall'interno verso l'esterno: Le cellule basali ricche d'acqua dello strato più basso dell'epidermide vengono continuamente spinte verso l'alto. Salendo, si seccano lentamente, diventano cornee e infine formano lo strato corneo superiore della pelle. Le cellule cornee superiori (morte) si staccano quindi quando le nuove cellule cutanee si spingono dal basso.

L'intero processo di rinnovamento si ripete per tutta la vita, perché le cellule della pelle si rigenerano continuamente. La pelle si rigenera quindi in modo permanente. E per fortuna - è il caso di dirlo! Dopo tutto, la nostra epidermide o strato corneo svolge una serie di compiti: Ci protegge dalle lesioni, dalla disidratazione o dai raggi UV. Quindi il rinnovamento è positivo! In giovane età, le cellule della pelle hanno bisogno di quasi un mese per attraversare l'epidermide. Solo grazie a questo costante rinnovamento la nostra pelle può formare sempre una perfetta barriera protettiva. Il rinnovamento del corpo è quindi vitale per noi.

Perché sostenere il rinnovamento della pelle

Sebbene il rinnovamento della pelle avvenga in un ciclo regolare, questo rallenta nel corso della vita e può anche essere irregolare. Se si considera che la nostra pelle perde 14 grammi di scaglie al giorno, si tratta di 50.000 cellule al minuto o di oltre 5 chili di pelle all'anno! Se sulla superficie sono presenti troppe cellule cornee morte, tenute insieme anche da una miscela di grassi e proteine, si verificano delle irregolarità:

  • La pelle ha un aspetto grigio e pallido perché non è più in grado di riflettere bene la luce.
  • Inoltre, l'umidità non viene più immagazzinata bene e la superficie della pelle risulta ruvida e irregolare.

È giunto il momento di stimolare il rinnovamento della pelle! Ciò avviene con l'aiuto di peeling meccanici o chimici.

Gli acidi della frutta: dolci aiutanti

L'uso di agenti chimici o di acidi della frutta è un metodo comprovato per liberarsi dalle troppe cellule morte e per stimolare il rinnovamento della pelle. Gli acidi della frutta agiscono in modo uniforme e sono molto più blandi di quanto suggerisca il termine "acido". La pelle non viene asportata, ma il corredo cellulare tra le lunghe cellule morte viene sciolto. In questo modo, gli acidi della frutta aiutano le scaglie cornee a staccarsi finalmente dall'epidermide e a lasciare spazio a nuove cellule fresche.

Naturalmente, è necessario assicurarsi di tollerare l'acido della frutta utilizzato! Esistono grandi differenze tra i singoli tipi di acidi della frutta in termini di tolleranza. La regola generale è "meglio lieve e regolare che occasionale e aggressivo". I peeling chimici concepiti per l'uso quotidiano a casa utilizzano di solito tra il 2 e il 10% di acidi della frutta. Dosaggi più elevati sono utilizzati anche nei trattamenti cosmetici professionali.

Se volete provare voi stessi gli acidi della frutta ma non avete esperienza nell'uso di prodotti a base di acidi della frutta, ci sono due modi per iniziare in modo più debole e abituare lentamente la vostra pelle all'uso degli acidi della frutta:

  • Mescolare il prodotto a base di acidi della frutta con la normale crema idratante, oppure
  • ridurre prima l'intervallo e non utilizzare direttamente il prodotto ogni giorno.  

Abbiamo scritto un articolo separato del blog sulle proprietà speciali dei diversi peeling chimici.

A proposito: HighDroxy offre due peeling chimici: Il FACE SERUM con 10% Acido mandelico e il PORIFY BHA SOLUTION con acido salicilico al 2%.

Pelatura meccanica: meglio senza plastica

I peeling meccanici sono caratterizzati dal fatto che la pelle viene liberata dalle scaglie morte con l'aiuto di granuli naturali o sintetici. I granuli vengono strofinati (delicatamente!) sulla pelle.

Ma attenzione: se si usa un'esfoliazione meccanica eccessiva, se si preme troppo o se si usa un prodotto con granuli esfolianti dai bordi taglienti, come i noccioli di albicocca macinati, si può danneggiare la pelle. Poiché è sempre possibile che singole particelle siano affilate, molti peeling meccanici sono più adatti all'uso sul corpo che sul viso. Chi vuole levigarsi il viso? Pertanto, gli esfolianti meccanici non devono mai dare la sensazione di "scrubbare" e devono sempre essere usati con delicatezza e senza pressione. Anche i peeling meccanici più delicati non devono essere utilizzati quotidianamente: di solito sono sufficienti 1-2 applicazioni a settimana.

Esistono peeling meccanici molto delicati, ad esempio a base di cera di jojoba o di perle prodotte sinteticamente. Questi ultimi dovrebbero essere evitati per il bene dell'ambiente, perché i nostri impianti di trattamento delle acque reflue non sono in grado di filtrare molto bene queste minuscole sostanze plastiche. Le perle non filtrate e prodotte sinteticamente finiscono in natura e, in ultima analisi, nello stomaco di pesci e altri animali marini. Se in futuro si preferisce mangiare pesce senza plastica, è meglio evitare la plastica nei camici.


Fonte immagine: shutterstock.com / moragott